domenica 5 aprile 2015

Stelle Giganti - parte 2: una panoramica mozzafiato

Se non avete ancora letto la parte 1, la trovate qui. Per vedere meglio le foto, cliccate sulle immagini.


Proseguendo il nostro viaggio attraverso le Giganti dell'Universo riprendiamo ora, in questa seconda comparazione, dai nostri amici pianeti giganti Giove e Saturno e vediamo di aggiungere anche alcune stelle nane e alcune Giganti che prima non abbiamo trattato.




In questa immagine compaiono, insieme ai nostri pianeti conosciuti, già alcune Stelle Nane, cioè molto piccole, Rigel C e Rigel B.

Anche qui alcune stelle tra cui a sinistra in basso la famosa Proxima Centauri e a destra Alpha Centauri B, comparate con le dimensioni del nostro Sole (per vedere come apparirebbe Alpha Centauri A e B al posto del Sole nel cielo post Il Sistema Solare in scala parte finale: mentre per la distanza di Proxima potete andare direttamente sulla relativa etichetta).




Nell'ordine, Sole, Alpha Centauri A, Sirio A, Vega, Pollùce (per vedere come apparirebbe Vega al posto del Sole nel cielo post Il Sistema Solare in scala parte finale)







Si aggiungono alle precedenti
VV Cephei B e Arturo. Notate il Sole come sta scomparendo nel confronto (per vedere come apparirebbe Arturo al posto del Sole nel cielo post Il Sistema Solare in scala parte finale)







Rigel e Aldebaran










Nuove giganti prima non trovate, Gacrux, Deneb e La Superba







Una stella dal nome in sigla,
LBV 1806-20 e una stella invece molto conosciuta soprattutto ai marinai, Polaris, la Stella Polare, la stella del Nord (per vedere come apparirebbe Polaris al posto del Sole nel cielo post Il Sistema Solare in scala parte finale)







Eta Carina e The Pistol Star (la stella più luminosa conosciuta)










V838 Monocerotis











Antares, Betelgeuse











V382 Carinae e
V509 Cassiopeia










RW Cygni
e RT Carinae











V354 Cephei e MU Cephei (la Stella "Granato")










KW Sagittarii











VV Cephei A











VY Canis Majoris












Le ultime giganti scoperte che hanno superato il record di Canis Majoris, nell'ordine:
Westerlund 12-6, WOH G64, NML Cygni e infine il record assoluto fino ad oggi, UY Scuti





Come promesso, eccoci ora alla sospirata soluzione del quiz proposto nella parte 1:
Avevate indovinato? Incredibile, non è vero?!
Effettivamente immaginare una cosa del genere è oltre le possibilità umane, ma una vaga idea forse ci aiuta ad averla.



Eccoci al secondo test, avete capito qual è l'apparente errore nell'immagine?
Nel Sistema Solare Plutone è stato declassato a pianeta nano e di conseguenza l'ultimo pianeta è diventato Nettuno che si trova a 5 miliardi di km di distanza (mentre Plutone è a 6 mld di km).
Ma allora, se è Nettuno l'ultimo pianeta, come mai l'estensione del Sistema Solare è indicata come 20 miliardi di km?
Non è un errore, in realtà il confine del nostro sistema è considerato essere la Eliopausa (il confine presso il quale il vento solare emesso dal nostro Sole è fermato dal mezzo interstellare) che si trova proprio intorno ai 18-20 miliardi (billion in inglese) di km, equivalenti a circa 121 UA, cioè ben 3 volte la distanza Sole-Plutone. 



E ora per finire la nostra avventura, qualche comparazione libera per nostro diletto, tenendo presente che a volte le dimensioni confrontate potrebbero non essere del tutto corrette, ma l'idea la danno comunque.

La Terra confrontata col Sole

Scuti è circa 2.200 volte più grande del Sole












































La Terra paragonata a Saturno, da 2 prospettive diverse


Una splendida immagine dove possiamo ammirare le dimensioni del nostro astro (post Il Sole 1/3)


































Per ritornare alla parte 1 cliccate qui.

I link delle animazioni da cui provengono le immagini di questi post:
https://www.youtube.com/watch?v=JM5CD-fvcas
https://www.youtube.com/watch?v=zJuag32iE6o
https://www.facebook.com/video.php?v=898965806811025



0 commenti:

Posta un commento

Condividi

 
Copyright © a piedi nudi nel Parsec. All rights reserved.